Lettera annuale di Larry Fink agli azionisti

Scopo e Profitto: una
connessione inestricabile

La versione (originale) inglese di questa lettera è disponibile all'indirizzo BlackRock.com/CEOletter

17 Gennaio 2019

Ogni anno scrivo alle società in cui BlackRock investe per conto dei propri clienti, per la maggior parte persone che stanno pianificando la pensione con un orizzonte temporale di diversi decenni. Come fiduciari di questi clienti, gli effettivi proprietari delle società, promuoviamo l’adozione di prassi aziendali che nel lungo periodo contribuiranno a realizzare obiettivi di crescita e redditività sostenibili. Alle soglie del 2019, l’impegno verso un approccio lungimirante appare più importante che mai, in uno scenario mondiale sempre più fragile e, di conseguenza, esposto alle scelte di aziende e governi di breve termine.

L’incertezza pervade i mercati, la fiducia si sta incrinando e sono in molti a vedere maggiori rischi di un rallentamento ciclico. In tutto il mondo, la frustrazione dopo anni di salari stagnanti, gli effetti della tecnologia sul lavoro e l’incertezza per il futuro hanno fomentato la rabbia popolare, il nazionalismo, la xenofobia. Per tutta risposta, alcune delle principali democrazie mondiali sono precipitate in un tremendo stato di disfunzione politica che ha esacerbato, invece di placare, la frustrazione pubblica. La fiducia nel multilateralismo e nelle istituzioni ufficiali si sta sgretolando.

Destabilizzata da cambiamenti economici fondamentali e dall’incapacità dei governi di fornire soluzioni durature, la società si rivolge sempre più spesso alle aziende, sia pubbliche sia private, per affrontare pressanti questioni sociali ed economiche, dalla tutela dell’ambiente alle pensioni, fino alla disuguaglianza di genere e razziale. Alimentata in parte dai social media, la pressione pubblica sul mondo imprenditoriale sta raggiungendo livelli mai visti. Come se non bastassero tali pressioni, le aziende devono navigare in un contesto finanziario con tutte le complessità di fine ciclo, alle prese con un aumento della volatilità che potrebbe incentivarle a massimizzare i rendimenti a breve termine a spese della crescita di lungo periodo.

Scopo e Profitto: una
connessione inestricabile

L’anno scorso scrivevo che ogni realtà aziendale deve avere una struttura di riferimento per navigare in queste difficili acque, a partire da un modello di business e una strategia societaria che esprimano chiaramente lo scopo della società. Lo scopo non è semplicemente uno slogan o una campagna di marketing: è la ragione d’essere fondamentale di un’azienda, ciò che essa fa ogni giorno per creare valore per i suoi portatori d’interesse. Lo scopo non è solo la ricerca del profitto, bensì la forza propulsiva per ottenerlo.

Utili e scopo non sono affatto in contraddizione, anzi risultano indissolubilmente legati tra loro. Gli utili sono essenziali, se una società deve servire efficacemente tutti i suoi portatori d’interesse nel tempo – non solo gli azionisti, ma anche i dipendenti, i clienti e la comunità. Quando una società riesce veramente a comprendere e a esprimere il proprio scopo, agisce con la determinazione e la disciplina strategica necessarie per generare redditività nel lungo periodo. Lo scopo unisce amministratori, dipendenti e comunità, orienta il comportamento etico ed è essenziale per verificare eventuali azioni contrarie ai migliori interessi degli stakeholder. Lo scopo guida la cultura, crea un quadro di riferimento per un processo decisionale coerente e contribuisce, in ultima analisi, a sostenere i rendimenti finanziari a lungo termine per gli azionisti della Sua società.

Il Mondo ha bisogno della
Vostra leadership

Io stesso, come CEO, sperimento in prima persona le pressioni subite dalle società nell’attuale contesto polarizzato e le sfide necessarie per superarle. Sempre più spesso, i portatori d’interesse spingono le aziende ad adoperarsi in questioni sociali e politiche sensibili, specialmente perché i governi non riescono a intervenire efficacemente. Noi CEO non sempre facciamo la cosa giusta. E ciò che è adatto per una società, può non esserlo per un’altra.

Una cosa, però, è certa: il mondo ha bisogno della vostra leadership. Le società devono dimostrare il proprio impegno nei confronti delle nazioni, delle regioni e delle comunità in cui operano, in particolare sulle questioni essenziali per la prosperità futura del mondo intero. Il mondo imprenditoriale non può certo risolvere tutte le questioni di importanza pubblica, ma ce ne sono molte, dalle pensioni alle infrastrutture, fino alla formazione per i lavori del futuro, che non possono essere risolte senza la leadership aziendale.

Le pensioni, in particolare, sono un’area in cui le società devono ristabilire il proprio tradizionale ruolo di leadership. Per buona parte del XX secolo, il fatto che i datori di lavoro si assumessero la responsabilità di aiutare i lavoratori ad affrontare il pensionamento ha creato coesione sociale in molti Paesi. In alcuni Paesi, in particolare negli Stati Uniti, il passaggio al sistema a contribuzione definita ha modificato la struttura di questa responsabilità, lasciando molti lavoratori impreparati. Senza contare che quasi tutti i Paesi si trovano ad affrontare un aumento della longevità e devono sostenerne i costi. Questa scarsa preparazione alla pensione alimenta enormi paure e stati d’ansia, indebolendo la produttività sul posto di lavoro e amplificando il populismo nella sfera politica.

Spetta quindi alle aziende prendersi la responsabilità di aiutare i lavoratori ad affrontare la pensione, mettendo a disposizione le proprie competenze e capacità di innovazione per risolvere questa immane sfida globale. Così facendo, contribuiranno a creare non solo una forza lavoro più stabile e impegnata, ma anche una popolazione economicamente più sicura nei luoghi in cui operano.

Una Nuova Generazione focalizzata sullo Scopo

Mentre le aziende che adempiono al proprio scopo e alle responsabilità assunte nei confronti dei portatori d’interesse ne raccoglieranno i frutti nel lungo periodo, le altre sono destinate a inciampare e cadere. Questa dinamica sempre più evidente, alimentata da un’opinione pubblica che pretende standard più elevati dalle società, continuerà ad accelerare perché i millennial – che oggi rappresentano il 35 percento della forza lavoro – hanno nuove aspettative nei confronti delle aziende per cui lavorano, dalle quali acquistano o in cui investono.

La capacità di attrarre e trattenere i migliori talenti richiede sempre più spesso una chiara espressione dello scopo. Con il calo della disoccupazione a livello mondiale, i lavoratori – non solo gli azionisti – possono e devono avere più voce in capitolo nel definire lo scopo, le priorità e persino le specifiche del business di una società. Nell’anno appena trascorso abbiamo visto alcuni dei dipendenti più qualificati a livello mondiale inscenare proteste e prendere parte ad agguerrite tribune politiche per esprimere il proprio punto di vista sull’importanza dello scopo per una società. Questo fenomeno è destinato ad aumentare ora che i millennial, e anche le generazioni più giovani, iniziano a occupare i vertici delle aziende. Una recente indagine di Deloitte ha chiesto ai lavoratori millennial quale dovrebbe essere lo scopo primario di una società: rispetto alla risposta “generare profitto”, “migliorare la società” ha riscosso il 63 percento di consensi in più.

Nei prossimi anni le opinioni di queste generazioni ne guideranno le decisioni non solo in quanto dipendenti, ma anche come investitori, proprio mentre nel mondo è in corso il maggiore trasferimento di ricchezza della storia: 24.000 miliardi di dollari dai baby boomer ai millennial. Con il passaggio della ricchezza e l’emergere di nuove preferenze di investimento, le questioni ambientali, sociali e di governance saranno sempre più rilevanti per le valutazioni delle società. Questo è uno dei motivi per cui BlackRock dedica ingenti risorse a migliorare i dati e gli analytics per misurare questi fattori, integrandoli attraverso l’intera piattaforma di investimento e promuovendo l’engagement con le società nelle quali investe per conto dei propri clienti, con l’obiettivo di comprendere meglio il vostro approccio nei loro confronti.

L’Impegno di BlackRock per
il 2019

Le priorità di engagement dell’Investment Stewardship di BlackRock per il 2019 sono: governance, compreso l’approccio alla diversity del consiglio di amministrazione, la strategia societaria e l’allocazione del capitale, le remunerazioni che includono il lungo termine, i rischi e le opportunità ambientali e la gestione del capitale umano. Queste priorità sono frutto del nostro impegno a occuparci di questioni che influenzano le prospettive di un’azienda non solo per il trimestre successivo, ma anche lungo gli estesi orizzonti che i nostri clienti stanno pianificando.

L’engagement non guarda all’attività quotidiana, bensì punta a comprendere la vostra strategia per realizzare una crescita a lungo termine. Come dicevo lo scorso anno, perché siano davvero produttive, le attività di engagement non possono svolgersi esclusivamente durante la stagione delle deleghe, quando si discute solo di voti favorevoli o contrari sulle delibere proposte. I migliori risultati sono frutto di un dialogo solido e continuativo lungo tutto l’arco dell’anno.

Riconosciamo che le aziende devono spesso prendere decisioni difficili al servizio di obiettivi strategici più grandi - ad esempio se perseguire determinate linee di business o mercati, mentre le aspettative degli stakeholder evolvono, o, a volte, se la struttura della forza lavoro della società deve cambiare. (La stessa BlackRock, dopo diversi anni di crescita della forza lavoro, ha recentemente riorganizzato la società per potere investire nel talento e nella crescita a lungo termine). La chiarezza dello scopo aiuta le aziende a rendere più efficaci questi pilastri strategici per raggiungere obiettivi di lungo periodo.

L’anno scorso il nostro gruppo di Investment Stewardship ha iniziato a parlare alle società del concetto di scopo e di come allinearlo alla cultura e alla strategia dell’azienda, e siamo rimasti positivamente impressionati dalla disponibilità dimostrata a impegnarsi con noi su questo fronte. Non abbiamo alcuna intenzione di dire alle società quale dovrebbe essere il loro scopo: questo ruolo spetta ai vertici aziendali e al consiglio di amministrazione della vostra azienda. Piuttosto, cerchiamo di capire come lo scopo di una società incida sulla strategia e la cultura a supporto di una performance finanziaria sostenibile. Ulteriori approfondimenti in merito al nostro orientamento all’engagement su tali aspetti sono disponibili alla pagina BlackRock.com/purpose.

Sono ancora ottimista sul futuro del mondo e sulle prospettive per gli investitori e le società che stanno adottando un approccio di lungo periodo. I nostri clienti dipendono da questo metodo paziente per raggiungere i propri obiettivi finanziari più importanti. E a sua volta, il mondo dipende da voi per abbracciare e promuovere un approccio a lungo termine nella vita aziendale. In un momento di grandi stravolgimenti economici e politici, la vostra leadership è indispensabile.

 

Cordialmente,
Laurence D. Fink
Chairman e Chief Executive Officer
larry fink signature ceo letter

Qualsiasi investimento implica una componente di rischio. Pertanto, il valore degli investimenti e il reddito da essi derivato può variare e l’importo inizialmente investito non può essere garantito. Il capitale e il reddito sono soggetti a rischio. Prima dell’adesione, leggere il Prospetto, il KIID e ove previsto il Documento di Quotazione disponibili sul presente sito e presso i soggetti collocatori autorizzati.